Cornuta SPA

Standard

Vi scrivo durante il di Lui appuntamento con Agrippina. In silenzio radio (fortemente suggerito da me) da due ore ormai. L’attesa per questo momento è stata la parte peggiore, un po’ come sempre accade. Mi aspetto di ritornare un fascio di nervi quando sarà ora di sentire com’è andata, ma al momento la differenza rispetto all’ansia che mi ha attanagliato in questi giorni è abissale. Stavo giusto iniziando di nuovo a mangiare normalmente ieri, che poi oggi c’è stato il “Stasera si vedono” e via di nuovo con le farfalle nello stomaco mezze digerite e mezze in agonia.

Il perchè di quest’ansia, nonostante Lui stesso mi dicesse “Guarda che ho fatto molto di più con altre” è stato già accennato nello scorso post: delle altre Lui non era così invaghito. Non sono per nulla abituata ad una ragazza che può fare un po’ il bello e il cattivo tempo su di Lui in base a come gli risponde, con quanto ritardo, con che tono ecc. Sono abituata ad attrazione, a giochi e flirt cui Lui partecipa sempre nel pieno controllo di sè, con ragazze che gli fa piacere frequentare e che ritiene anche ottime amiche, ma che non lo hanno mai interessato in quel senso. Lei sì.

E da un lato Lui mi ha sottolineato più volte quanto lei in realtà non sia tutta questa eccezionalità o differenza rispetto alle altre, che la mia ansia si rivolgeva al prepararmi a quello che per Lui è un volo pindarico rispetto alla realtà (ossia una loro effettiva relazione romantica), dall’altro mi diceva cose come “magari qualcosa di importante” “non mi farò problemi a dirle che se pensa io la voglia solo per il sesso si sbaglia di grosso” “anche se non andrà da nessuna parte questa serata sarà comunque una gemma nel nostro cuckqueaning.”

Perchè la possiamo anche rigirare da ogni lato, possiamo andare con i piedi di piombo quanto vogliamo, ma Agrippina incarna in tutto e per tutto quel cuckqueaning che io ho tanto agognato, quello romantico e sentimentale, quello di cui ero così terrorizzata cinque anni fa, quello che mi ha ossessionata da quando ero una bambina di sette anni, quello in cui io mi sento davvero da parte perchè questa ragazza interessa perchè è lei, non perchè sono io. Quella che suona sia come una vera storia romantica (per come si sono conosciuti) che come una vera storia di tradimento (per l’ammissione di Lui al fatto che non gli dispiacerebbe avere una relazione proprio perchè ci possiamo vedere così poco e gli manco ← ci ho messo un tot a digerirla come cosa, ma dio se non mi elettrizza al contempo). E qui sta l’origine dell’ansia di questi giorni, la mia sensazione che stavolta ci siamo, stavolta facciamo sul serio.

Indipendentemente da se Agrippina deciderà o meno di starci (del resto stanno macinando sull’attrazione che hanno avuto nei due giorni in cui sono stati incollati tutto il tempo, non si sa se c’è una base più solida sotto), questa resterà la prima esperienza cuckquean pro level per noi. Lasciate perdere il sesso e le ragazze con cui ci si fa vivi quando ci si vuole divertire; datemi la ragazza che vorreste presentare ai vostri amici intimi come vostra. Lei è quella che voglio. Come sarebbe avere i suoi compagni di università e amici più stretti abituati a vedere più lei che me? Flirto con quest’idea così tanto che potrei quasi convincermi sia già reale.    

E nonostante tutto un po’ come è successo altre volte, quando poi Lui è andato e io sono rimasta sola a fissare lo schermo del mio cellulare, ho scrollato le spalle e mi sono chiesta “Bene, e adesso che film guardo?” e l’ansia si è sublimata come l’attimo dopo essersi fatti un vaccino da piccoli. E’ un secondo, e poi sei così avvolto nello zucchero filato del tuo sollievo che dormiresti seduta stante. Io amo il mio cuckqueaning con la sua assenza di coinvolgimento sessuale per questo. Allo stress emotivo rispondo con una seduta al centro benessere di me medesima. Appena mi sento emotivamente instabile o sbilanciata parto immediatamente con il programma “101 modi per coccolarmi” ed è assolutamente fantastico. Non sapevo farlo cinque anni fa, e mi sono data l’inferno inutilmente solo perchè non volevo accettare che per me era perfettamente legittimo lasciare Lui ai suoi giochi, e godermi quelle ore amandomi. Nel mio cuckqueaning quando Lui corteggia un’altra, io spendo il tempo corteggiando me stessa e trattandomi con quel riguardo che normalmente non mi concedo. E’ piacevole. Tanto. E una volta raggiunta quella sicurezza che Lui potrebbe fare qualsiasi cosa senza mai minacciare la mia posizione nel rapporto, è stato solo un passo accettare che la mia attesa migliore non è un’attesa per nulla: il punto è divertirmi e rilassarmi e regarlarmi una serata di cui anche io posso raccontare.

Così adesso sono tre ore e mezza da che Lui è sparito (sì, scrivo due frasi e poi leggo un manga, scrivo due frasi e studio un capitolo, scrivo due frasi e canto in playback) e io quasi non voglio interrompere la mia gita alle terme. Incrocio le dita per Lui e spero che il suo appuntamento stia andando a gonfie vele, e magari mi sentirò di nuovo tesa come una corda di violino quando Lui sarà tornato e mi starà per raccontare cos’è successo, ma non mi toglierà il desiderio che Lui faccia un’altra sessione il prima possibile: quel film era parte di una trilogia e voglio vedere come continua.


Al buio la villana è bella quanto la dama ← Voi non potete capire le gemme che trovo nella pagina wiki dei proverbi.

»

  1. Ma quando lui torna da te dopo aver fatto sesso con l’altra a te piace farlo subito per “riappropriarti” di lui e sentire gli odori e gli umori di lei su di lui o prima deve raccontarti tutto in modo che tu viva prima cerebralmente la storia, la metabolizzi per poi riavvicinarti fisicamente?

    • Beh, con 2 ore e passa di treno tra le nostre rispettive posizioni è un po’ difficile “riappropriarmi” di Lui quando torna a casa mentre sa ancora di un’altra. L’ultima volta che sono riuscita a sentirgli un profumo non suo addosso è stato poco prima di Natale, fai tu ;D
      Ma anche se fossimo vicini, e anche nelle volte passate in cui ero lì da Lui ad aspettare e ho potuto vederlo subito appena finito l’appuntamento, ho sempre voluto prima il racconto in tutti i dettagli. E ti dirò, la scopata dopo non era nemmeno così automatica. Il sesso per marcare il territorio era un meccanismo di difesa di cui avevo bisogno quando ero ancora terrorizzata dal perdermi e dal perderlo. Adesso per me la vicinanza è data dal sederci vicini e studiare il Suo viso e linguaggio del corpo mentre mi racconta di un’altra, commentare insieme, programmare il prossimo passo, tenere la Sua corrispondenza scritta con lei nel dopo appuntamento. Non manca più la vicinanza fisica in quell’attimo perchè non mi sento ferita da Lui, anzi. Per l’agitazione data dalla sessione posso semmai chiedere conforto e aftercare, ma non ricordo negli ultimi 2 anni una sola volta in cui io l’abbia allontanato perchè il cuckqueaning mi stava facendo male.
      In ultima battuta sì, vivo decisamente la cosa cerebralmente prima. E durante. E dopo.

  2. Ti prego ti prego, ti scongiuro, dacci aggiornamenti, anche molto brevi. La tua è una storia di vita che lascia con il fiato sospeso. Anch’io ho spesso fantasie sul mio lui che si innamora di un’altra, ma che mi vuole tenere con sé per comodità… credo che nel mio caso sia una sorta di “spostamento delle responsabilità” in quanto non credo di essere abbastanza per lui o abbastanza adatta a lui. Mai messe in pratica le mie fantasie. Ti scongiuro, dicci in due righe anche scritte senza la tua solita eleganza come sta andando, apro questo blog tutti i giorni e ne va della mia sanità mentale…

    • Conta lo stesso se ho scritto non due righe ma 2500 parole? Solo che sono un poco poco poco in ritardo ;D
      Il cuckqueaning è una lama a doppio taglio in queste questioni; funziona meravigliosamente per mettere alla prova sia le proprie sicurezze che le proprie paure, e ogni minuscolo particolare diventa conferma e confutazione allo stesso tempo. Non so come sarebbe andata per me, se avessi pensato di non essere abbastanza per lui, giacchè non mi sono mai trovata a mio agio con la dialettica umiliante che una buona parte delle cuckquean usa.
      Spero che anche se in ritardo il mio aggiornamento sia una buona occasione di confronto e riflessione :3
      E buon anno in ritardo!

  3. Ho letto il tuo blog quasi in un fiato (quasi, perché è qui da un sacco di tempo e io non me n’ero accorto e tu scrivi tanto :D ). Ti faccio i miei complimenti, perché sai scrivere davvero bene e sai trasmettere emozioni e sensazioni a volte così forti, ma lasciando sempre un sorriso sul volto di chi legge (almeno è successo così a me).
    E poi in mezzo a questo turbine di emozioni, trovi delle perle di riflessione e di analisi “seria”, come quelle sulla metacomunicazione, che mi hanno conquistato definitivamente. Se ci fosse un corso di laurea sulle relazioni atipiche, dovresti essere uno dei testi di riferimento. Se non la titolare della cattedra ;)
    Fortunato è il tuo uomo, e non, come forse pensano tanti lettori, perché “può fare quello che vuole” (che poi non è mai così, in una relazione vera, ma vallo a spiegare; ok hai ragione tu ci hai fatto almeno un post), ma perché ha al suo fianco una persona di raro equilibrio, in questo ambiente (almeno per la mia limitata conoscenza di esso) e sicuramente piacevole da starci insieme.

    Basta con i complimenti, spero di leggere presto altro da te (è come con le serie TV, quando ne scopri una che è già in giro da un po’ e ti spari tutti gli arretrati in due giorni non stop e poi soffri ad aspettare la frequenza regolare).
    R.

    • Questo commento voglio stamparlo per poterlo abbracciare.
      Sì, dannazione, voglio un corso di laurea in Relazioni Atipiche, mi sono preparata tutta una vita per questo! Chi sa, magari un giorno diventerò famosa e mi chiederanno di offrire la mia pluridecennale esperienza in merito per far avanzare la ricerca in…non lo so, sento che apparterrebbe alla facoltà di Psicologia come minimo.
      E non solo ti becchi di aspettare i nuovi aggiornamenti con i miei tipici ed interminabili mesi di pausa, ma persino il commento deve aspettare mesi per avere una risposta! Sinceramente non ho scusanti e dovrei vergognarmi, ripetiti che sono fatta così e o mi si ama o mi si odia. Scrolla le spalle con un sorriso affettuoso e lascia correre ;D

      Buon anno in ritardo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...